La casa dov’é…?

comeacasa

Cosa pensi quando ti trovi a migliaia di kilometri dal luogo dove sei nata e cresciuta, e il tuo lui deve stare un paio di settimane in uno stato diverso per lavoro?
Premettendo che ci eravamo abituati a mesi a distanza, e non a settimane, la notizia non mi aveva scossa piu’ di tanto. La situazone pero’ sarebbe stata nuova. Io qui, all’estero, a casa nostra, lui via.

Sono in bilico tra il sentirmi lontana da casa, e il non accorgermene nemmeno. Nick e’ il motivo per cui mi trovo qui, ma cosa ci faccio ora io qui senza di lui? Questo era quello che mi aspettavo di provare. Diverso e’ invece quello che provo ora. La settimana appena trascorsa e’ stata infatti densa di ore passare in palestra, ad un workshop per insegnanti di lingue straniere, alparco con il cane, all’ospedale a trovare una bisnonna, a lezione di spagnolo, a cena da amici, a cena da suoceri, a cena fuori, da Starbucks con un’amica, a fare la spesa… Insomma,una serie di attivita’ che avrei fatto anche nella cara vecchia Desio. Ma negli ultimi nove mesi, la cara nuova Wallingford mi ha accolto, si e’ fatta conoscere, mi ha permesso di farmi conoscere e sta diventando, pian pianino, home.

Nel frattempo, mi arrivano delle foto da mio papa’, che si trova in questo momento nella casa di famiglia in costiera amalfitana per la raccolta dei limoni. Penso al viaggio che ha fatto la mia famiglia, uomini partiti, alcuni ritornati in patria, altri no.

 

minorilimoni

Ma allora, qual e’ la mia casa? In molti qui mi fanno notare che quando parlo, utilizzo il termine home essenzialmente per l’Italia. Eppure provo un senso di normalita’ standomene qui in maniera indipendente.
Quindi, é impossibile avere due posti che possiamo chiamare casa?

desio

Io ci penso su, e intanto ascolto questa canzone.

[…]giro per il mondo
tra i miei alti e bassi
e come pollicino lascio indietro dei sassi
sui miei passi
per non dimenticare
la strada che ho percorso
fino ad arrivare qua
e ora dove si va adesso
si riparte per un’altra città.
Voglio andare a casa
la casa dov’e’?
[…]
sono arrivato qua
attraverso mille incroci
di uomini di donne
di occhi e di voci
il gallo che canta
e la città si sveglia
ed un pensiero vola
giù alla mia famiglia…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *